Seleziona una pagina

Venerdì 20 aprile 2018, alcuni classi dell’Istituto Persolino-Strocchi hanno assistito  allo spettacolo di danza “CITTADINE! ALLA CONQUISTA DEL VOTO” presso il Teatro Masini, dedicato alla storia dei diritti delle donne, da quello all’istruzione al suffragio universale. Lo spettacolo, della durata di quasi un’ora,  attraverso coreografie suggestive, musiche emozionanti,  grande cura e attenzione storica alla scelta dei costumi, immagini proiettate  e testi recitati coinvolgenti, è stato un momento prezioso per riflettere sul faticoso cammino delle donne per conquistare il proprio ruolo nella società ed affrancarsi dalla sudditanza nei confronti degli uomini.

I ballerini, allievi di varie scuole di danza della zona,  hanno colpito nel segno, regalandoci tante emozioni. Mi hanno emozionato e mi hanno fatto capire come fossero oppresse e poco considerate le donne fino a metà del Novecento: volevano la libertà,  essere uguali agli uomini e la dignità.

Le scene che mi hanno colpito di più  sono quella con la ragazza vestita di rosso che cercava di fuggire,  liberarsi , ma veniva sempre fermata dagli uomini in nero, e quella della madre e della figlia, in quel lungo abbraccio  prima di separarsi per sempre.

Mi è piaciuto anche la scena finale quando tutti i ballerini si muovevano festosi, proclamando finalmente la libertà e l’uguaglianza così faticosamente raggiunta.

Penso sia bellissimo quando l’arte riesce a dare voce ad avvenimenti storici importanti e di immenso valore umano: credo  sia importante non dimenticare la lotta delle donne per conquistare i diritti che abbiamo oggi!

 

Ndawa Thiao 4 AZ

 

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi